vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Presentazione

Con il suo progetto-pilota, “Pompei - Insula del Centenario (IX 8)” (1999-), un intero isolato di Pompei, di cui la Soprintentenza aveva affidato all’équipe di Bologna lo studio, finalizzato alla redazione dei progetti di manutenzione, restauro e valorizzazione, è stato trasformato in un cantiere-laboratorio, attivo sia nella ricerca interdisciplinare sia nella didattica.

Il successo di questo primo esperimento ha portato, dal 2005, alla decisione di avviare un secondo progetto, su Ercolano, sito archeologico pari per importanza a Pompei, ma meno noto e molto meno studiato.

Il nuovo progetto, “DHER – Domus Herculanensis Rationes”, ha l’obiettivo di contribuire alla miglior conoscenza della cultura abitativa a Ercolano.
Per raggiungerlo, si è dotato di due linee di azione complementari: la prima prevede l’analisi, lo studio e l’edizione delle unità abitative di un intero isolato, selezionato come caso-campione (l’insula III); la seconda riguarda, invece, l’intero sito e si prefigge come risultato la realizzazione di un Atlante degli apparati decorativi di Ercolano, alla base di una sistematica ed esaustiva documentazione fotogrammetrica (eseguita ex novo) dell’evidenza materiale, ovunque conservata, nel sito o altrove.