vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

GEOviaggioABRUZZO: geografando tra le montagne abruzzesi

Mostra fotografica.

dal 22/05/2017 alle 10:00 al 12/06/2017 alle 18:00

Dove DiSCi, Via Guerrazzi 20, Bologna

Aggiungi l'evento al calendario

Corso di Laurea Magistrale Geografia e Processi Territoriali
presenta la mostra fotografica

GEOviaggioABRUZZO: geografando tra le montagne abruzzesi
a cura di Thaina Correa da Mota e Elisa Magnani

Fotografie di un viaggio naturalistico e culturale

dal 22 maggio al 12 giugno 2017


Inaugurazione

lunedì 22 maggio 2017, ore 14
Sezione di Geografia

 

Il progetto è legato all’escursione didattica rivolta agli studenti della Laurea magistrale in Geografia e processi territoriali, realizzata dal 27 al 30 maggio 2016 nell’area del versante aquilano del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monte della Laga (Abruzzo).
L’idea della mostra fotografica e cartografica è nata dall’interesse personale per la fotografia di una studentessa del CdS, Thaina Correa da Mota (curatrice della mostra), la quale ha sollecitato i colleghi/compagni di viaggio a fotografare il territorio visitato come testimonianza dell’esperienza vissuta e documentazione di alcuni dei fattori geografici che giocano un ruolo determinante nel processo di trasformazione del territorio visitato, quali l’interazione antropica con l’ecosistema circostante e la promozione turistica.
Attraverso le immagini realizzate dagli studenti stessi e il recupero di cartografia storica, si cercherà di descrivere i luoghi visitati nel corso dell’escursione, quali Castel del Monte (Aq), Santo Stefano di Sessanio, Rocca Calascio e L’Aquila, ma includendo anche immagini dei sentieri montani e offrendo prospettive e scorci insoliti di un territorio poco conosciuto dall’industria turistica, ma che presenta grandi potenzialità per la promozione di esperienze di viaggio naturalistiche e culturali, con una prospettiva sostenibile e slow.
Oltre a illustrare le località citate, la mostra ha lo scopo di sensibilizzare studenti, docenti e l’intera cittadinanza sulle risorse culturali e naturali abruzzesi e sullo sviluppo turistico di questo territorio così duramente colpito negli ultimi anni da eventi naturali disastrosi.