vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Via Zamboni 33, Bologna

La sede di Via Zamboni 33 è ospitata nei locali dello storico Palazzo Poggi.
La facciata di Palazzo Poggi

 

 

 

 

 



Un po' di storia

Palazzo Poggi, eretto nel 1549,è uno tra i complessi più grandi della città e vede, per l'architettura della facciata (su Via Zamboni) i contributi di Bartolomeo Triachini e Pellegrino Ribaldi.
All'interno si trova un cortile che riprende motivi di Palazzo Farnese a Roma e che presenta al centro una statua di Ercole a riposo di Domenico Piò.
Tra i capolavori pittorici che ne decorano l'interno, spiccano gli affreschi di Pellegrino Tibaldi nella sala nobile.
Completa l'edificio la Specola: iniziata nel 1712 su progetto di Antonio Torri e terminata nel 1725 da Carlo Francesco Dotti, diverrà uno dei più importanti osservatori astronomici d’Europa. Al suo interno ha sede oggi il Museo della Specola, che conserva importanti strumenti atronomici dell'epoca.
Il Palazzo diviene sede dell'Università di Bologna nel 1860.

La struttura che ospita la sede di Via Zamboni 33, si trova al pian terreno di Palazzo Poggi nell’ala alle spalle della Statua di Ercole.
A lungo sede dell’Istituto di Storia dell’arte (1931-1982), successivamente denominato Dipartimento di Arti Visive (1982-2006), e poi del Dipartimento di Studi Linguistici e Orientali (2006-2012).
L’ambientazione e l’arredamento della Biblioteca e di una delle due aule di lezione conservano pregevoli esempi dell’opera di Enrico De Angeli (1900-1979), architetto bolognese dalla notevole personalità artistica: a questo artista De Angeli, coadiuvato dai colleghi Leone Pancaldi e Vittorio Savi, sono dovute in particolare la realizzazione delle raffinate scaffalature in legno a ballatoio, contenenti dei cassetti in stile destinati gli schedari; De Angeli realizzò anche gli arredi e l’ambientazione dell’originale aula di lezione (aula II) strutturata in forma teatrale (una sorta di piccola platea con palcoscenico): era dotata di un sistema di proiezione di immagini funzionale ai corsi di storia dell’arte che qui videro attivi - tra gli altri - celebri Maestri quali Roberto Longhi e Rodolfo Pallucchini.

Cosa puoi trovare

In Via Zamboni 33 sono presenti:

  • Le Aule I e II
  • La biblioteca di Orientalistica e Antropologia - "Giorgio R. Franci": Libri di carattere specialistico e manualistico (nonché ricca collezione di periodici) per lo studio e la ricerca in tutti gli ambiti dell’Orientalistica, dell'Antropologia, della Storia delle Religioni. Di particolare rilievo è la sezione dedicata alla civiltà dell'India, ma notevoli sono anche le raccolte dedicate alle letterature orientali (specialmente cinese, giapponese, persiana, araba e armena), alla storia dell'arte asiatica e alle civiltà precolombiane (vai alla biblioteca).

Come raggiungerci

Il Palazzo, situato in pieno centro (mappa), è facilemente raggiungibile in autobus  dalla stazione FS (Bologna Centrale) tramite le linee 32, 37 e C.

Per maggioni informazioni su percorsi e orari consulta il sito TPER (Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna).

Documenti

Contatti

Via Zamboni 33

40125 - Bologna

tel: +39 051-2098442

fax: +39 051-2086119

Orari di apertura
lun - ven: 9.00-18.30